Progetto impianto videosorveglianza: come fare

Comment

Consigli tecnici
progetto impianto videosorveglianza

4.5/5 - (5 votes)
È bene preparare un progetto di impianto di videosorveglianza messo a punto opportunamente, se vogliamo avere la possibilità di garantire una protezione che obbedisca a certi standard elevati. Se stiamo pensando ad un impianto di videosorveglianza, dovremmo renderci conto che le sue caratteristiche dovrebbero essere tali da consentirci di vivere serenamente nella nostra casa o nell’ambiente di lavoro. Un buon impianto di videosorveglianza deve per forza avvalersi di un progetto preciso, anche perché attualmente le soluzioni offerte dalle ultime tecnologie sono veramente all’avanguardia.

I vantaggi di un impianto di videosorveglianza wireless

Se ci dedichiamo a mettere a punto un progetto per un impianto di videosorveglianza, teniamo conto di quanto possa essere utile anche un impianto wireless. Il sistema antifurto senza fili è davvero vantaggioso, anche per chi ha la necessità di monitorare a distanza la situazione nell’area da proteggere, anche per periodi lunghi.

Gli impianti wireless si trovano disponibili in commercio anche sotto forma di kit già predisposti e completi di elementi utili, per favorire anche una più semplice installazione. In generale comunque l’installazione degli impianti di videosorveglianza wireless non è affatto complicata e consente di risparmiare. Infatti non c’è bisogno di realizzare opere murarie o di fare buchi per l’inserimento di cavi che praticamente non esistono.

Di solito gli antifurti senza fili sono dotati di applicazioni apposite per guardare la situazione in casa quando si è lontani, tramite lo smartphone o i dispositivi mobili in generale.

Come si progetta un impianto wireless per la videosorveglianza

Il progetto di un impianto di videosorveglianza wireless deve essere fatto in maniera molto precisa, anche perché si devono considerare le differenti esigenze e le varie caratteristiche dell’abitazione.

Per esempio nel nostro progetto teniamo conto del fatto che comunque l’impianto wireless deve essere alimentato, per cui le parti elettriche si devono necessariamente collocare vicino ad una presa.

Consideriamo, inoltre, che la centralina dell’allarme deve essere collegata all’impianto telefonico, possibilmente tramite un cavo ethernet. Inoltre valutiamo bene quali telecamere integrare nell’impianto di videosorveglianza, in modo tale che esse offrano una risoluzione delle immagini particolarmente elevata, per disporre di immagini nitide ad alto potenziale di risoluzione e per avere foto e video di qualità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *