Antifurto per garage: come funziona e quale scegliere

Comment

Consigli tecnici
antifurto garage

Spesso sorge l’esigenza di avere un antifurto per il garage. È molto importante infatti riuscire a proteggere il box auto, la macchina e tutti gli oggetti che si possono avere all’interno di questo spazio. In commercio ci sono vari antifurto per il garage e ciascuno di noi può scegliere quello che ritiene più adatto alle esigenze personali, soprattutto tenendo in considerazione il miglior rapporto qualità-prezzo. Ma scopriamo quali sono le caratteristiche e le componenti più importanti per un antifurto per il garage.

Quali sono le componenti principali

Come ogni altro antifurto, anche quello per il garage si compone di una centralina, che è la parte più importante. È questa che costituisce il punto centrale di tutto il sistema di difesa. Attraverso la centralina poi si possono controllare tutte le periferiche.

Possiamo scegliere una centralina che funziona tramite cavo oppure che funziona senza fili, in modalità wireless. Specialmente in quest’ultima situazione si dovrebbe prediligere il segnale a doppia frequenza.

Assieme alla centralina ci sono poi, come altri componenti fondamentali, i sensori di movimento, che fanno scattare l’allarme ogni volta che passa una persona. Ci sono vari tipi di sensori di movimento, come per esempio possiamo ricordare quelli a infrarossi o a doppia o tripla tecnologia DMT.

Ci sono poi i sensori perimetrali, che vengono installati soprattutto alla porta o negli accessi interni, e i sensori esterni, quelli che servono per monitorare l’area fuori dal garage.

Quale antifurto scegliere per il garage

La tipologia di antifurto per il garage che possiamo trovare in commercio è davvero molto varia. Di solito, per orientarsi nella scelta, dobbiamo distinguere due situazioni. Dobbiamo chiedere se il box auto fa parte della casa oppure se è separato dall’abitazione principale.

Se il garage è collegato alla casa, possiamo sfruttare il sistema di sicurezza domestico. Quindi ci serve un antifurto semplice al quale si possono integrare una serie di sensori nel circuito per coprire anche la zona del box auto.

Nel caso invece in cui il box auto è separato dall’abitazione, dobbiamo scegliere un sistema di allarme autonomo. Quindi è necessario acquistare un kit completo, che presenti la centralina di controllo e tutto il sistema di gestione dei sensori di rilevamento. Per una maggiore sicurezza si può aggiungere anche una telecamera per la videosorveglianza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *