Dove posizionare un allarme perimetrale per la casa

Comment

Consigli tecnici
allarme perimetrale
4.4/5 - (4 votes)

Le attenzioni in fatto di sicurezza non sono mai troppe, per questo è sempre più consigliabile decidere di installare in casa un allarme perimetrale. Questo è molto utile per tutelarsi da eventi spiacevoli, come furti o intrusioni, soprattutto se capita di dover lasciare la casa incustodita per lunghi periodi. Inoltre succede spesso di lasciare in casa i nostri animali domestici e l’installazione di un allarme in questo caso si rende ancora più necessaria.

Cos’è un allarme perimetrale?

Come dice il suo nome, l’allarme perimetrale serve a proteggere e vigilare interamente il perimetro di un edificio. Il suo funzionamento si basa sul posizionamento di alcuni sensori lungo il perimetro che si attivano in caso di intrusione. L’attivazione allerta la centrale che a sua volta informa il proprietario dell’abitazione. Ad esempio è possibile ricevere direttamente una notifica sullo smartphone.

Comunque il rumore dell’antifurto allerta immediatamente il ladro. Si tratta quindi di un tipo di allarme decisamente sicuro, a patto che sia stato installato nella maniera corretta, vediamo qual è.

Dove posizionare l’allarme perimetrale

Abbiamo detto che l’allarme perimetrale funziona tramite dei sensori collocati lungo il perimetro dell’abitazione. È possibile personalizzare il posizionamento per tutelare il più possibile le aree private. In ogni caso ci sono dei punti che possiamo definire consigliati, sui quali si basa il buon funzionamento dell’allarme.

Si tratta naturalmente di tutti i punti di passaggio ed entrata, come le porte e i cancelli. È buona norma, poi, posizionare i sensori anche lungo le finestre e tutti gli altri eventuali mezzi di accesso. Per una sicurezza davvero totale è preferibile posizionare i sensori anche nelle aree interne di passaggio, come il corridoio o l’entrata.

La funzionalità dell’allarme perimetrale, comunque, risiede proprio nella sua funzione preventiva, che tutela gli spazi esterni. Rispetto ad un allarme posizionato all’interno di un’abitazione, infatti, grazie all’allarme perimetrale l’intrusione viene scongiurata sul nascere, evitando così perdite di tempo e denaro.

Un ottimo modo, quindi, per avere sempre la situazione sotto controllo, considerando anche la possibilità molto utile di ricevere delle notifiche tempestivamente attraverso uno smartphone, nel caso in cui si dovessero presentare delle azioni che potrebbero costituire un pericolo per la sicurezza dell’edificio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.