Incentivi sistemi d’allarme 2014

Comment

Consigli tecnici

Il sistema di incentivi fiscali per l’acquisto di allarmi antifurto è stato prorogato fino al 31 dicembre 2014. Si tratta di una proroga al d.l. 83 del 22 giugno 2012, decreto con il quale si è regolamentato per la prima volta il sistema di incentivi fiscali edilizi che comprendono anche gli impianti d’allarme per abitazioni, attività commerciali e aziende. Chi acquista entro il 31 dicembre 2014 un prodotto per la protezione contro furti ed effrazioni ha diritto a uno sgravio fiscale del 50% sulla spesa; il tetto massimo di spesa è di 96 mila euro e riguarda:

  • l’acquisto e l’installazione di sistemi d’allarme;
  • l’acquisto di casseforti;
  • la spesa sostenuta per l’acquisto di sistemi di videosorveglianza;
  • l’acquisto di sistemi di protezione come cancelli, inferriate, vetri blindati, ecc.

Attenzione, però, perché non rientrano tra le spese i contratti stipulati con i servizi di vigilanza privata.

Usufruiscono dell’agevolazione tutti i proprietari, ma anche i locatari, coloro che usufruiscono di usufrutto, i conviventi e i parenti dei proprietari dell’immobile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *