Sirena d’antifurto da interno e da esterno

1 Reply

Senza categoria

Per rendere sicura la propria abitazione a 360 gradi, ma anche un negozio, un ufficio, una azienda, un magazzino o un esercizio commerciale, la scelta più saggia è quella di installare un buon impianto di antifurto. Generalmente, infatti, anche solo la presenza di un sistema d’allarme in ambito domestico o professionale, risulta estremamente efficacie come deterrente contro la micro e macro criminalità. In tale contesto, prima di effettuare l’acquisto, è fondamentale valutare con attenzione la qualità dei materiali impiegati, le tecnologie utilizzate e le funzionalità dei vari dispositivi, il tutto in base al budget che si ha a disposizione, alle caratteristiche strutturale dell’edificio che si vuole allarmare ed alle proprie specifiche esigenze di sicurezza. Un buon impianto d’antifurto per le abitazioni, per essere efficacie e funzionale, deve essere costituito dai seguenti apparecchi: la centrale, un cero numero di sensori di movimento o anti-scasso, le telecamere per la videosorveglianza ed una sirena sonora e visiva.

La sirena di antifurto rappresenta un elemento fondamentale all’interno di un impianto di allarme, anche se a volte viene sottovalutata a causa dei falsi allarmi e delle possibili rimostranze dei vicini di casa. Al di là di tale aspetto eventuale e collaterale, l’installazione di una sirena di antifurto acustico-visiva è senza ombra di dubbio necessaria per il buon funzionamento del sistema di sicurezza, a meno che la vostra casa sia collocata in un’area decisamente isolata, dove non verrebbe vista ed ascoltata da nessuno. La sirena di antifurto svolge un duplice ruolo: prima di tutto rappresenta un buon deterrente per i ladri e malviventi; inoltre è in grado di catturare l’attenzione dei vicini di casa e dei passanti che, in caso di effrazione, possono richiedere l’aiuto delle Forze dell’Ordine.

Le sirene d’antifurto si dividono in due categorie, quelle da interno e quelle da esterno: le sirene della prima tipologia devono essere installate all’interno dell’abitazione, oppure dentro l’ufficio o nell’azienda e, per ovvie ragioni, sono dotate di una minor potenza sonora. Si tratta di dispositivi di piccole dimensioni e discreti, che si installano al muro; sono senza dubbio molto utili nel momento in cui c’è bisogno di segnalare l’intrusione in una zona della casa o dell’azienda come garage, capannoni, cortili, magazzini e così via. Le sirene per ambiente esterno, invece, risultano più potenti rispetto a quelle da interno; sono dotate di un eccellente sistema sia sonoro che visivo, sono fornite di una batteria del tutto autonoma e sono resistenti agli agenti atmosferici come pioggia, nebbia, vento, grandine, neve ecc. In più possiedono la funzione di anti-strappo e di anti-sabotaggio, pertanto nel caso in cui vengano forzate parte l’allarme. In base a quanto previsto dalle normative europee, le attuali sirene di antifurto devono essere dotate di un temporizzatore volto a permettere all’utente di impostare l’intervallo di tempo nel quale suonerà la sirena. Infine, per quanto riguarda i prezzi delle sirene di antifurto presenti in commercio, variano a seconda del modello: i costi delle sirene da interno si aggirano intorno ai 50 euro, mentre per quelle da esterno vanno dagli 80 ai 150 euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *