Sistema d’antifurto per la protezione della casa e del giardino

Comment

Consigli tecnici

Buon giorno,

mi chiamo Lorenzo e possiedo una villetta indipendente non eccessivamente grande con un giardino collocato su due dei quattro lati dell’abitazione. La villa si sviluppa su due piani, al pian terreno sono presenti quattro finestre, un balcone e la porta di ingresso, mentre al livello superiore vi sono due balconi e due finestre che danno direttamente sul giardino. Ci tengo a sottolineare che sia le finestre che i balconi sono protetti grazie all’installazione di sensori anti intrusione, mentre nell’ambiente interno ho posizionato, in zone strategiche, diversi sensori con tecnologia a raggi infrarossi. Scrivo per chiederle se la sicurezza della mia abitazione è sufficiente così come è, e se è possibile installare dei sistemi di antifurto anche in giardino. A tal proposito, secondo la sua opinione, sono migliori le telecamere di videosorveglianza o le barriere? Devo dire che per quanto riguarda le barriere ho diversi dubbi, in quanto sono del parere che il movimento ed il transito di eventuali animali possa far partire di continuo dei falsi allarmi. La ringrazio anticipatamente per l’attenzione e spero possa darmi qualche consiglio utile in merito.

Cordiali saluti

Lorenzo

Buongiorno Lorenzo,

grazie a lei per avermi scritto. Allora, da ciò che mi descrive mi sembra di aver capito che la sua abitazione è protetta in modo soddisfacente. Eccellente la scelta di installare dei sensori perimetrali a protezione dei varchi d’ingresso e dei sensori volumetrici per la zona interna. A questo punto, però, le consiglio di completare il sistema di sicurezza tramite l’impiego di un combinatore telefonico e magari anche di due sirene, una per l’ambiente interno ed una per l’esterno, così da facilitare e velocizzare la segnalazione di una eventuale situazione di allarme.

Per quanto riguarda la protezione del giardino, invece, le consiglio di studiare attentamente le caratteristiche dell’ambiente; si accerti che l’area non sia particolarmente perturbata (ad esempio se c’è la presenza di alberi o di grossi cespugli, se il luogo è soggetto a forti raffiche di vento ecc.) e successivamente valuti se possono essere sufficienti delle barriere oppure dei sensori a tenda, o ancora se risulta conveniente installare delle tipologie di sensori più sofisticati.

Posso dirle che in commercio sono disponibili dei sensori che sfruttano la tecnologia denominata pet-detection, in grado di non attivarsi a causa della circolazione di animali di piccola taglia; stesso discorso vale per le telecamere di videosorveglianza dotate di funzione d’allarme motion detection: grazie alla rilevazione del movimento, le telecamere allarmate consentono la regolazione senza invalidare l’affidabilità e sono capaci di rispondere in maniera intelligente a specifici segnali catturati all’interno del raggio di inquadratura.

Infine, un altro consiglio utile per aumentare il livello di sicurezza della sua villetta, è quello di collegare il pre allarme alle luci presenti in giardino: in questo modo, nell’eventuale caso di intrusione da parte di ospiti indesiderati durante le ore notturne, la loro attivazione le consentirà di capire velocemente cosa sta accadendo e quindi di allertare tempestivamente le forze dell’ordine della presenza di un ladro o di un malintenzionato nella sua proprietà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *