Telecamere di videosorveglianza Dome: tutte le caratteristiche

2 Replies

Consigli tecnici Senza categoria
dome

Le telecamere di videosorveglianza di tipo Dome stanno man mano ottenendo un successo sempre maggiore. Il loro successo è dovuto alla loro versatilità ed economicità. Ma quali sono? Per intenderci, stiamo parlando di quelle la cui forma ricorda una cupola che permettono, in linea generale, una vista a 360 gradi. Sostanzialmente, non lasciano scoperta dalla sorveglianza nessuna zona. Possono essere montate sui soffitti oppure sui muri, come se fossero “pendolo” o un “lampioncino”.

Sono, inoltre, estremamente versatili. Infatti le possiamo trovare un po’ ovunque: negli uffici, ospedali, ristoranti, appartamenti e ville, fabbriche e parcheggi notturni. Questo grazie anche al loro prezzo contenuto, alla loro robustezza e alla compattezza di queste telecamere. All’inizio, queste telecamere erano concepite esclusivamente per l’uso interno; man mano, invece, sono state progettate e modificate anche per un uso all’aperto. Tra le caratteristiche che le rendono adatte all’esterno, vi è una scocca robusta contro gli atti vandalici e un grado di protezione per uso esterno molto alto. Ad esempio, arrivano anche ad IPX7, ossia sono protette anche se messe completamente in immersione nell’acqua. Garantiscono ottime performance, quindi, anche se esposte al caldo, freddo, vento e pioggia.

Per quanto riguarda l’utilizzo notturno, molte telecamere di videosorveglianza Dome sono dotate di luci a raggi infrarossi incorporate nella lente. Non c’è da temere che riflettano la luce del guscio di protezione, anzi: si presenta con un colore fumè per non permettere dall’esterno la visualizzazione dell’obiettivo che segue il target di ripresa. Anzi, le telecamere Dome più sofisticate hanno anche la caratteristica di Intelligent Autotracking. Si tratta di una tecnologia che permette di seguire un target prefissato tenendolo sempre al centro dell’inquadratura.

Svantaggi delle telecamere di videosorveglianza Dome

Dopo aver visto tutte le qualità di queste telecamere, non possiamo non parlare dei loro svantaggi. Innanzitutto, non permettono di coprire la stessa distanza visiva delle telecamere bullet. Pertanto, se le vostre esigenze sono quelle di vedere a distanza superiore di 100 metri, vi sconsigliamo le telecamere Dome rispetto a quelle bullet.

Per quanto riguarda le telecamere Dome a raggi infrarossi, non possiamo non suggerirvi di avere tanto buon senso nel montarle. Teniate ben presente, infatti, che gli infrarossi possono rimbalzare su superfici riflettenti, su finestre specchiate e persino su vernici molto lucide. Posta questa premessa, questo tipo di telecamere rappresenta un’ottima soluzione in caso di poca luce. A differenza videocamere termiche che costano ancora decine di migliaia di euro, queste potranno darvi i buoni risultati con una spesa di un centinaio di euro.

Ma a quanta distanza vedono le telecamere di videosorveglianza Dome? Il loro massimo è rappresentato dai 100 metri. In realtà, però, danno una buona risoluzione fino a 60 metri, oltre inizierete a vedere con difficoltà. La differenza, in questo caso, può farla il CCD, ma soprattutto la focale delle lenti.

Le telecamere Dome vengono prodotto principalmente da Sony, Zodiak, Intellipix, KT & C, EverFocus; mentre i prezzi possono variare dalle 30/40 euro fino a sfiorare i 1000 euro.

2 comments

  1. Sandro

    mi sembrano perfette per il mio locale nella parte esterna a mo’ di portico, sia per estetica che per caratteristiche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *