Componenti sistemi d’allarme – I prezzi

Comment

Consigli tecnici

Il più delle volte, quando si decide di installare un allarme in casa, si sta attenti solo al costo, trascurando informazioni essenziali sul funzionamento, sui dispositivi, sui materiali impiegati.

In commercio ci sono prodotti economici di qualità, ma attenzione perché a volte un prezzo troppo basso è sinonimo di scarsa affidabilità!

I principali sistemi di sicurezza per la casa appartengono a tre fasce di prezzo:

  • allarmi economici;
  • allarmi di prezzo medio;
  • allarmi professionali.

Oggigiorno è inutile fare distinzione tra i prodotti “made in China” e “made in Italy”, quasi tutti i componenti dei sistemi d’allarme sono realizzati in Cina, anche quelli dei marchi più noti; quindi il consiglio è di valutare la qualità dei materiali impieganti e non la localizzazione della loro produzione.

Il 30% circa del budget destinato a un sistema d’allarme è impiegato per l’acquisto della centrale, si tratta del componente più importante, il cuore del sistema. Le più economiche si aggirano attorno ai 300 euro, mentre quelle professionali possono arrivare a costare anche 700 euro.

I sensori volumetrici sono anch’essi fondamentali; possono essere installati sia all’interno che all’esterno e sono disponibili sia nella versione filare che in quella wireless. Il costo di un normale sensore volumetrico da interno, di media qualità, si aggira attorno ai 70-80 euro, mentre i sensori volumetrici per esterno, resistenti agli agenti atmosferici, hanno costo più elevati.  Per determinare la qualità di un sensore volumetrico bisogna stare attenti ai falsi allarmi, quando sono frequenti e ingiustificati, potrebbe trattarsi di sensori non buoni!

Le telecamere di videosorveglianza sono componenti accessori che vanno acquistati tenendo conto della luminosità, dell’ottica, della possibilità di controllo da remoto. I prezzi delle telecamere variano al variare delle funzionalità, si parte dalle poche centinaia di euro fino ad arrivare ai 1000 euro circa.

I contatti magnetici sono componenti utilissimi e molto economici che vanno installati sui serramenti e scattano quando vengono aperti; spesso sono affiancati da sensori antiscasso, capaci di rilevare gli urti. Il costo degli uni e degli altri va dai 10 ai 40 euro.

Per l’attivazione e la disattivazione del sistema d’allarme si ha bisogno di strumenti particolari: i più usati sono il telecomando e la chiave elettronica; il costo di questi componenti si aggira attorno ai 50-70 euro.

Solitamente la voce di costo maggiore, quando si acquista un sistema d’allarme, è quella dell’installazione e della prova. Molto dipende dalla complessità del sistema e i costi crescono nel caso in cui si tratti di allarmi filari. Per abbattare questo costo, è possibile optare per kit d’allarme wireless, facili da installare senza l’aiuto di tecnici specializzati e quindi molto più economici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *