La Videosorveglianza come prevenzione delle Discariche abusive

3 Replies

Senza categoria

Il tema ambientale, con particolare attinenza al problema dei rifiuti, è indubbiamente delicato e oltremisura attuale. Oggigiorno, uno dei più gravi problemi sulle spalle degli Enti comunali è rappresentato appunto dai rifiuti. A volte per scarso senso civico e di rispetto per l’ambiente da parte delle persone, a volte per negligenza e cattiva gestione dei rifiuti da parte delle amministrazioni, numerosi Comuni del nostro Paese vivono condizioni di emergenza con strade ostruite da montagne di immondizia, cattivi odori, rifiuti indifferenziati ovunque e gravi rischi per la salute dei cittadini.

Allo stesso tempo, a quello che vi abbiamo appena descritto, va aggiunto anche un altro aspetto ancor più grave e desolante: parliamo dell’odioso fenomeno delle discariche abusive, che proliferano giorno dopo giorno grazie alla totale mancanza di senso civico dei responsabili di tali scempi: l’abbandono illecito di rifiuti avviene solitamente lungo le strade periferiche, nelle aree di campagna o comunque in zone poco trafficate. Questi luoghi diventano vere e proprie discariche a cielo aperto, dove i rifiuti più o meno ingombranti regnano sovrani.

Dunque la legge vieta espressamente di abbandonare rifiuti di ogni tipo (solidi o liquidi) sia sul suolo che nel sottosuolo. Per poter contrastare questa grave situazione, diverse amministrazioni comunali hanno deciso di intraprendere il percorso che porta alla videosorveglianza e di dotarsi, quindi, di sistemi ad hoc per combattere l’annoso problema delle discariche abusive. In questo contesto, al di fuori dalle discariche comunali e lungo specifiche strade a rischio, gli enti comunali hanno il compito di installare le telecamere per non perdere di vista e vigilare in modo continuativo sull’abbandono illecito dei rifiuti da parte degli incivili.

La grande speranza in questo panorama non molto roseo è che la videosorveglianza possieda una funzione deterrente e che quindi riesca a scoraggiare l’attività illecita di abbandono dei rifiuti non solo per le conseguenze che riguardano le sanzioni amministrative, ma anche per le multe salate a cui si andrebbe giustamente incontro. Secondo diverse testimonianze raccolte, i risultati dell’adozione della videosorveglianza da parte dei Comuni italiani sono buoni, e numerose amministrazioni comunali dichiarano che sia riuscita a far scendere il numero delle discariche abusive sul territorio.

Detto questo, però, è importante porre l’attenzione su un aspetto molto importante da non sottovalutare: tutti i Comuni che intendono dotarsi di un sistema per la videosorveglianza, devono necessariamente informare i cittadini e segnalare con appositi cartelli la presenza delle telecamere, nonché rendere chiaramente noto il fatto che le registrazioni generate dalle telecamere non possono essere memorizzate in archivio per più di ventiquattro ore, come previsto dalla Legge sulla Privacy attualmente vigente.

Infine, risulta fondamentale dire che anche nel nostro piccolo, come cittadini, dobbiamo sentire forte il dovere di rispettare l’ambiente in tutte le sue forme, ed è proprio in virtù di ciò che non possiamo in alcun modo permetterci di abbandonare la nostra immondizia di casa per la strada, in periferia o chissà dove. Abbiamo, infatti, il dovere e l’obbligo di smaltire i nostri rifiuti nel totale rispetto della normativa in materia e del regolamento stabilito dal proprio territorio comunale di residenza.

3 comments

  1. manuele

    L’applicazione della videosorveglianza per contrastare questo tipo di fenomeno la trovo eccezionale, basta con questi incivili, che vengano riconosciuti e paghino per la loro inciviltà!

  2. teresa

    Ma si, la tecnologia non va usata solo per le cavolate sui social ecc, questa è una soluzione che porta solo benefici all’ambiente contro i malviventi! ottimo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *