Manutenzione dell’impianto di allarme: gli interventi da effettuare

Comment

Consigli tecnici
manutenzione impianto allarme

Non si può trascurare la manutenzione dell’impianto di allarme. È un fattore fondamentale su cui puntare perché il sistema antifurto possa funzionare correttamente e perché sia assicurata una totale protezione della nostra casa. Ecco perché non si può parlare in questo senso di manutenzione straordinaria soltanto nei casi di scorretto funzionamento. La manutenzione dell’antifurto è un intervento che deve essere eseguito di frequente, di tanto in tanto, programmando il tutto a cadenza regolare. Se non si verificano malfunzionamenti, si potrebbe pensare di provvedere ad un controllo e ad una verifica generale almeno una volta all’anno, agendo anche da soli. Poi, una volta ogni due o tre anni, è necessario l’intervento di un tecnico specializzato, per verificare lo stato della centralina e delle periferiche.

Quali sono gli interventi di routine

In alcuni casi la manutenzione dell’impianto di allarme per la casa potrebbe comportare dei piccoli interventi che potremmo definire di routine. Per esempio un lavoro di questo tipo consiste nella sostituzione delle batterie delle sirene e, se sono presenti, dei gruppi di continuità.

Sarebbe opportuno, anche se l’impianto è dotato di fili, affiancare il suo utilizzo con una batteria di riserva, chiamata in gergo tecnico batteria tampone. Quest’ultimo accessorio è in grado di intervenire in caso di mancanza di corrente oppure in caso di manomissione della rete elettrica.

Quindi, con l’ausilio della batteria, siamo sicuri che il nostro sistema antifurto dia il massimo. Però ricordiamoci che le batterie hanno una durata limitata nel tempo e, a seconda di vari fattori, come anche la qualità del prodotto, durano più o meno a lungo.

Quindi un altro intervento di routine potrebbe essere quello di sostituire le batterie, dopo aver fatto un test. Si può fare anche da soli, inserendo l’allarme e staccando il contatore generale.

I controlli sul combinatore telefonico

Un altro intervento molto importante in termini di manutenzione è quello che prevede il controllo del combinatore telefonico. Gli ultimi impianti antifurto frutto della tecnologia moderna sono in grado, tramite la rete, di collegarsi al telefono del proprietario oppure a dei numeri predefiniti, come quelli delle forze dell’ordine.

È una funzione molto importante, perché così il proprietario ha un diretto controllo in ogni momento della situazione e può intervenire tempestivamente, se dovessero verificarsi dei pericoli. È il caso quindi di controllare di tanto in tanto se il combinatore telefonico funzioni correttamente. Inoltre bisogna verificare, se si utilizza la connessione tramite SIM card, che questa non scada e non smetta di funzionare, se non viene ricaricata per più di un anno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *