Videosorveglianza: una soluzione semplice ed accessibile

2 Replies

Senza categoria

Ad oggi la videosorveglianza consente di monitorare la propria abitazione ma anche ambienti professionali, tramite l’utilizzo di telecamere e di altri elementi tecnologici in grado di garantire la realizzazione e la successiva trasmissione di video ed immagini grazie al loro posizionamento strategico nella zona posta sotto videosorveglianza. Parliamo di un settore in continua crescita, che si sviluppa in modo progressivo grazie al progresso delle moderne tecnologie. La videosorveglianza, in passato usata soprattutto in ambito lavorativo o negli edifici molto importanti come banche e musei, da un decennio a questa parte si è notevolmente diffusa anche in ambito domestico, sia per i prezzi accessibili e competitivi, che per le innumerevoli funzionalità che offrono questi prodotti, in quanto attualmente si può tenere sotto controllo la casa o qualsiasi altro edificio anche tramite la rete Internet direttamente sul proprio Smartphone, sul Tablet e sul PC.

La videosorveglianza, infatti, non rappresenta più un sistema costoso e difficile da gestire come avveniva anni fa, in quanto gli impianti per la videosorveglianza di ultima generazione sono intuitivi ed economici, ideali anche per le abitazioni private. Resta fondamentale, in questo contesto, considerare attentamente le caratteristiche di ciascun prodotto, e metterle in stretta relazione con le specifiche esigenze di sicurezza che vogliono raggiungere. Esistono infatti, svariate differente tra un sistema per ambiente interno ed uno per ambiente esterno, tra una situazione in cui vi è illuminazione ed una in cui la luce scarseggia o è addirittura assente, tra un impianto con tecnologia wireless (senza fili) ed uno che funzione via cavo.

In questo vasto e variegato panorama, risulta dunque monto importante valutare con meticolosità le diverse prestazioni e le funzionalità dei vari sistemi presenti in commercio, in quanto devono rispondere alle specifiche condizioni ambientali in cui installare l’impianto. Per poter acquistare un sistema all’altezza delle vostre reali necessità di sicurezza, per prima cosa bisogna determinare la zona da monitorare: se l’impianto di videosorveglianza deve controllare l’ambiente esterno, è preferibile scegliere delle telecamere robuste e resistenti alle condizioni atmosferiche. Al contrario, se si vuole monitorare il locale interno, sarà meglio scegliere modelli di telecamere con caratteristiche specifiche da interno, certamente anche meno costose.

Per ciò che concerne la risoluzione, nelle recenti telecamere di videosorveglianza esistono tre categorie, ossia bassa, media e alta: la prima è preferibile quando magari vi è la necessità di riconoscere le persone, le auto o gli oggetti senza dover avere troppi dettagli; la seconda consente di definire di più i volti o le targhe dei veicoli; infine l’alta risoluzione garantisce la visualizzazione dei più piccoli dettagli presenti nel raggio di inquadratura. In generale, comunque per quanto riguarda un sistema di videosorveglianza in casa, le telecamere con una media risoluzione andranno più che bene.

Altra funzione da valutare la ripresa in notturna: in tal caso le telecamere devono lavorare in situazioni in cui la luce è assente, pertanto sfruttano la tecnologia ad infrarossi. Rispetto alle telecamere che riprendono di giorno, le notturne hanno un prezzo più elevato per via delle specifiche caratteristiche che consentono di generare immagini senza illuminazione.

2 comments

  1. franco

    Devo installare un sistema di videosorveglianza nella mia ditta, dove occupo soltanto
    due dipendenti. Come devo agire per l’autorizzazione e per legittimarne l’uso?

  2. simone

    Io ho cercato info sul sito del garante della privacy, ma spesso e volentieri leggo info contraddittorie o incomprensibili…help!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *