Allarme wireless e onde pericolose

Comment

Allarme wireless Consigli tecnici

Buongiorno,

mi chiamo Annamaria e ho deciso di scriverti perché sono molto preoccupata per la salute della mia famiglia.. so di essere una mamma molto apprensiva, ma dopo aver sentito e letto che l’emissione delle onde wireless è pericolosa, specialmente per i bambini, il pensiero di avere in casa una possibile bomba mi spaventa non poco. A tal proposito, mi piacerebbe capire se i sensori di movimento che ho installato all’interno dell’abitazione, sono sempre attivi o si azionano soltanto in caso di rilevazione? Lo stesso discorso vale per i sensori d’apertura? Ti ringrazio in anticipo per l’attenzione e per l’aiuto che vorrai darmi nel rispondere a tali domande! Spero tu possa chiarirmi un po’ le idee sull’eventuale natura nociva delle onde elettromagnetiche..

Saluti

Annamaria

Buongiorno Annamaria,

sono contento delle tue domande, una buona occasione per chiarire un po’ di questioni sulla tematica da te sollevata! Allora, innanzitutto vi è una doverosa distinzione da fare, ovvero quella fra l’emissione dei sensori e quella degli altri dispositivi radio che compongono i sistemi wireless. Per quanto riguarda i sensori, questi ultimi sono numerosi e sfruttano tecnologie differenti fra loro; ci sono i sensori PIR, ossia ad infrarosso passivo, che non emettono nulla in quanto rilevano la differenza di temperatura tra fasci selezionati da una specifica lente che è posta di fronte all’elemento piroelettrico. Idem per ciò che concerne i sensori d’apertura, ovvero dei contatti elettrici che si aprono proprio come un interruttore. Esistono poi le barriere a infrarosso attivo che realizzano un raggio infrarosso di bassa potenza soltanto quando il sistema è inserito e risulta del tutto innocuo. Infine, riguardo i sensori più comuni che emettono microonde, posso garantirti che la potenza messa in atto sono è notevolmente bassa, e diversi studi in merito dimostrano che sono del tutto inoffensive.

Un ragionamento diverso va fatto per i sistemi wireless: elementi come i sensori, i contatti e così via possiedono una radio che trasmette in centrale; quasi tutti questi sistemi sono mono-direzionali, questo vuol dire che le onde vanno soltanto dai sensori verso la centralina d’allarme e non viceversa. Le periferiche, in questa maniera, trasmettono ogni volta che rilevano una situazione d’allarme, è poi la centralina a decidere se, in relazione allo stato del sistema di antifurto, la segnalazione sia da considerare valida oppure no. Questa tipologia di periferiche non possiede una ricevente a bordo che gli consente di capire se l’antifurto è acceso o spento, pertanto devono trasmettere sempre, ma nonostante ciò le potenze messe in atto sono comunque molto basse, circa 5mW.

Certamente non sono un dottore o uno scienziato, e non ho effettuato studi approfonditi al riguardo, ma ti posso assicurare che nei miei numerosi anni di attività nel settore non ho mai avuto a che fare con effetti dannosi o pericolosi sulla salute delle persone a contatto con impianti di antifurto wireless, sia che si tratti di adulti né tantomeno di bambini! Spero di essere stato sufficientemente chiaro e soprattutto un valido aiuto, stai serena e per qualsiasi altra domanda torna a scrivermi! Saluti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *