Sistema di allarme senza fili per le attività commerciali

2 Replies

Allarme wireless

Ad oggi sono davvero tanti i cittadini che desiderano proteggere al meglio la propria attività commerciale, e con essa anche la clientela che quotidianamente frequenta il negozio. I titolari, però, spesso vengono scoraggiati non solo dai costi rilevanti, ma anche dalle difficoltà di installazione di molti impianti di allarme. Pertanto, con questo articolo affronteremo nel dettaglio il binomio Allarme/attività commerciale, puntando l’attenzione sulla possibilità di dotarsi di un sistema di allarme funzionale ed affidabile ad un costo accessibile.

Supponendo che il locale della vostra attività commerciale possieda una superficie di circa 120 metri quadrati e due ingressi, risulta ovvio che la zona più vulnerabile ed accessibile del negozio sarà proprio l’area in prossimità dei due ingressi. Prima di tutto bisogna proteggere le entrate: l’ideale in questo contesto è rappresentato dai Contatti Magnetici wireless (senza fili), che si possono posizionare sui serramenti delle porte presenti. Il funzionamento di questi sensori è facile ed intuitivo: i contatti fanno scattare l’allarme nel momento in cui il magnete e il trasmittente vengono separati, e quindi staccati, durante una apertura non desiderata (in commercio il loro prezzo si aggira intorno ai 30 euro l’uno).

All’interno del negozio è sicuramente utile installare anche dei Sensori Volumetrici a doppia tecnologia wireless: per quanto riguarda il loro posizionamento, essi dovranno essere posti nelle vicinanze della cassa o dei reparti dove sono presenti i prodotti di valore. Questi sensori, inoltre, non hanno bisogno di cavi per l’installazione in quanto sfruttano la rete wireless, ed il loro costo si aggira in media intorno ai 50 euro.

Detto questo, è bene sottolineare che un buon sistema di allarme wireless non può prescindere da una centrale, preferibilmente fornita anche di un combinatore telefonico che avrà il compito di avvisare in maniera diretta ed immediata l’utente sullo Smartphone tramite chiamate, e-mail o messaggi (per quanto concerne l’attivazione e la disattivazione del sistema spesso risulta utile anche l’ausilio di telecomandi); il prezzo sul mercato della centrale e dei telecomandi si aggira intorno ai 300 euro.

Per poter completare il sistema di allarme, occorre anche una sirena wireless dotata di funzione lampeggiante, antistrappo e anti-manomissione. L’installazione della sirena deve essere realizzata in una zona che la renda visibile ma al contempo non raggiungibile dai ladri.

Un impianto di allarme composto in questo modo riesce ad assicurare all’utente un discreto livello di protezione; ovviamente, se il budget a disposizione è superiore, si può pensare anche all’installazione di un sistema Nebbiogeno: quest’ultimo viene collegato con i sensori volumetrici ed emette nebbia nel momento in cui rileva l’intrusione. Questa nebbia non è assolutamente tossica né rilascia alcun tipo di scoria o irritanti residui. Il prezzo di un sistema di questo tipo è in media di circa 600 euro.

Detto questo, come si evince da questo approfondimento sul rapporto tra allarme e attività commerciale, con dei costi contenuti ed accessibili ai più, ci si può dotare di un sistema di allarme wireless efficiente, affidabile, sicuro e funzionale, grazie al quale sarà molto più facile contrastare i furti, gli atti vandalici e i danneggiamenti ai danni della vostra attività commerciale.

2 comments

  1. susanna

    Per poter installare un sistema di allarme wireless nel mio negozio con il combinatore telefonico collegato alle forze dell’ordine, a chi devo richiedere l’autorizzazione? c’è un iter specifico per la richiesta?

  2. Sandro

    Si Susanna devi fare domanda con dati tuoi e certificati del sistema d’allarme o ai Carabinieri o alla Polizia in base alla vicinanza al tuo negozio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *