Infrarosso e fonti di calore

1 Reply

Allarme filare Allarme wireless Centralina Consigli tecnici Senza categoria

Buongiorno, finalmente riesco a consultarvi con calma.

Il mio problema riguarda la progettazione, l’acquisto e l’installazione di un nuovo impianto di allarme per proteggere la mia casa di periferia in un quartiere difficile di Milano.

Ho girato a lungo sul web e finalmente dovrei aver individuato la tipologia di allarme che fa per la mia abitazione e ad un prezzo più che ragionevole.

Studiando però le relative istruzioni ho rilevato che questo funziona con sensori ad infrarosso il cui funzionamento, notoriamente è influenzato dalle fonti di calore come ad esempio i termosifoni.

Secondo il vostro parere, a quali altri elementi devo stare attento nel montare sensori di questo tipo?

Alfio.

 

Certo Alfio, sottoscrivo e mi complimento per la preparazione.

E’ vero questo tipo di sensori sono sensibili al calore e, pertanto se ne sconsiglia l’uso in prossimità di elementi radianti.

Tuttavia,  posso tranquillizzarti in quanto esistono sensori a tripla tecnologia che, pur rispondendo alle variazioni termiche, per l’innesco, devono  in un dato lasso di tempo rilevare variazioni di movimento, riuscendo in tal modo più stabili ed affidabili rispetto al problema dei falsi allarmi.

Detto questo,  la buona riuscita del tuo nuovo impianto di allarme dipenderà dalla tua capacità di valutazione, durante l’installazione, della posizione di ciascuno dei sensori.

1 comment

  1. rita

    infatti, l’installazione è tutto…….segui con attenzione ed evita di posizionarli in prossimità delle fonti di calore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *