Sensori movimento esterno

1 Reply

Allarme wireless

Sensori movimento esterno: una sicurezza completa

I sensori per movimento esterno sono strumenti ideali per proteggere appunto le parti esterne di un immobile, in modo da prevenire in maniera ancora più netta l’intrusione di malintenzionati. Questi speciali sensori possono infatti salvaguardare le aree relative a balconi, giardini, terrazzi ed altri luoghi all’aperto e sono disponibili in diversi formati e tecnologie.
Una di queste è denominata Doppio Pir, consistente in un sistema di raggi multipli a doppio strato capaci di rilevare la minima anomalia nei movimenti da parte di chiunque le attraversi. Il doppio strato consiste in una parte superiore ed una inferiore, ed entrambe devono necessariamente essere attivate per generare un segnale d’allarme. Questo parametro permette così di ridurre il fastidioso fenomeno dei falsi allarmi: questi ultimi possono infatti essere scatenati anche da minimi eventi come riflessi di luce interna o esterna, cali o rialzi improvvisi di temperatura, movimenti di animali, fari di illuminazione di automobili o altri mezzi e molte altre cose.

Sensori movimento esterno: come funzionano

I sensori per movimento esterno hanno la particolarità di essere attivabili in modalità parziale, ossia nelle situazioni in cui gli inquilini siano all’interno dell’abitazione ed in modalità totale, ossia solo quando si lascia l’abitazione. La prima modalità è ideale per coloro che desiderano sentirsi protetti anche all’interno dei propri spazi domestici ed all’interno di un’area che copra anche le parti esterne all’edificio. Quando è attiva la modalità parziale vengono inoltre disattivati i sensori di allarme antifurto presenti all’interno dell’abitazione: in pratica si è protetti da eventuali intrusioni all’esterno ma liberi comunque di muoversi all’interno dell’abitazione, senza scatenare allarmi inutili.

Sensori PIR: un minore utilizzo di energia

I sensori per movimento esterno PIR sono anche un modo molto pratico e semplice di evitare gli sprechi: possono infatti ridurre i costi sia a livello energetico sia a livello di risparmio economico sulle bollette della luce. I sensori di movimento da esterno sono idonei per essere installati all’interno di ambienti come giardini, parcheggi ma anche balconi, sentieri e altre zone. Lo spreco può inoltre essere ulteriormente abbattuto anche tramite l’utilizzo della tecnologia Bluetooth, utilizzando un’app per sistemi Android o iOs che viene solitamente fornita dal produttore stesso del sistema antifurto che si è installato nell’abitazione e che permette di impostare singolarmente anche i singoli parametri di rilevazione movimenti.

1 comment

  1. andrea

    Posso montare i sensori di movimento in giardino dentro una plafoniera fissata sul muro esterno, ossia orizzontalmente?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *