Come proteggere il terrazzo di un appartamento

3 Replies

Allarme filare Allarme wireless

Salve,

sono Riccardo e da quest’estate non faccio altro che pensare a come difendere la mia casa e la mia famiglia. Mi spaventano le notizie di furti e aggressioni che sento in tv e mi sto convincendo ad acquistare un sistema antifurto, ma l’appartamento è ampio e le finestre da proteggere numerose, oltre al fatto che si affacciano quasi tutte su un ampio terrazzo al quale, volendo, si può arrivare dal tetto.

Sono preoccupato per i costi e per la modalità di protezione dell’esterno. Credi che dei sensori a doppia o a tripla protezione possano essere utili allo scopo? Pensi che sia una buona idea piazzarli lungo i muri e sui limiti del terrazzo in modo da controllare anche il tetto?

Grazie

 

Salve Riccardo,

come darti torto, le notizie in televisione sono sempre più preoccupanti e un sistema antifurto si rivela un’ottima soluzione di protezione. Nel tuo caso, anche se non mi hai indicato nel dettaglio la conformazione del terrazzo, consiglierei di installare una barriera o sensori a tenda sulle finestre, piuttosto che puntare su una protezione volumetrica totale che potrebbe far scattare falsi allarmi per via dei volatili e di altri animali.

Proteggendo le finestre e le porte-finestre con un sensore a tenda, almeno a doppia tecnologia, potrai stare certo che non ci saranno intrusioni. Un consiglio in più è quello di tenere illuminato lo spazio esterno, non solo un ottimo deterrente per i ladri, ma in caso di allarme, hai la possibilità di controllare quanto sta accadendo dall’interno dell’abitazione senza correre rischi.

Unica raccomandazione: in fase di installazione valuta l’arredamento del terrazzo, tendaggi, cuscini e tessili in generale, col vento, potrebbero procurare falsi allarmi!

3 comments

  1. Malù

    Per un terrazzo devi usare dei sensori di movimento da esterno o delle barriere ad infrarossi.
    Io preferisco le seconde, meno costose e con un campo d’azione maggiore.

  2. Vittorio

    Scusami ma non esistono classici volumetrici immuni ai volatili, gatti, etc?
    Secondo me si spenderebbe molto meno rispetto alle barriere che comunque devono essere pet friendly..
    Con un sensore volumetrico generalmente si riesce a coprire oltre i 10-12 mt di distanza..
    Ciao

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *